Troppo bella per dirti Addio

Tra le tante città scorte, attraversate o vissute in questo agosto 2012, i tanti luoghi e i tanti spazi, tra i 1000 chilometri percorsi e le 1000 foto scattate, c’è una meta speciale e ricorrente: non passa anno senza che io ci torni, di nuovo. Quando posso torno in inverno, per toccare con le mani il suo cielo grigio e pesante che scende verso l’asfalto. E quando posso torno in estate, per vederla quando è deserta, raccontandomi bugie, come se fosse una leonessa che dorme, come se fosse una silenziosa foresta in cui camminare a piedi scalzi sui muschi tra sequoie di pietra, come se fosse mia.
 
 
 
Sento Un Vecchietto Che Canta In Dialetto Alla Sua Madonnina
E Quando La Nebbia Scompare
In Lui
Mi Riconosco
Come Una Goccia Nel Mare
Mi Ritrovo Al Mio Posto
E Devo A Te
Quello Che Sono
E Alle Luci Di Un Tramonto Sopra Piazza Del Duomo
Sei Troppo Bella Per Dirti Addio
Tu Chiami E Poi
Noi Tutti Ubbidiamo
E Tra Chi Nomina Il Tuo Nome Invano
Ci Sono Anch’io
Milano Milano
Nel Tuo Veleno Che Noi Respiriamo
Ci Sono Anch’io
Milano Milano
 
(Articolo 31)
***
[photo by me]
Annunci

4 commenti

Lascia un segno del tuo passaggio!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...