Salisbury

VG

Questo è il primo dei due post che vorrei dedicare a Salisbury, una delle tante affascinanti cittadine inglesi che molti non conoscono o non hanno avuto modo di visitare, anche se dista soltanto un’ora e mezza da Londra (equivalenti a mille ore in corriera). Di recente Salisbury è stata inserita dalla Lonely Planet nell’elenco delle 10 città da visitare nel 2015: il motivo sarà l’argomento del secondo post, ossia le celebrazioni per l’ottocentesimo anniversario della promulgazione della Magna Charta, di cui la città custodisce una delle quattro copie esitenti. Il motivo in realtà non è solo questo; indipendentemente dalla Magna Charta, Salisbury resta una città medievale di rara bellezza ed una meta turistica di tutto rispetto: spero – come ogni volta – che le foto possano dimostralo!

Salisbury Stella Marega

La città medioevale sorge poco più a sud dell’antico insediamento neolitico di Old Sarum, risalente al 500 a.C. e visitabile durante il tour che porta anche a Stonehenge. L’attrazione principale della città è la sua magnifica Cattedrale (1) costruita nel 1200, un’edificio da record (con la più alta guglia visitabile ed il più vasto chiostro del Regno Unito, uno dei più antichi orologi funzionanti al mondo, etc. etc.). All’interno della Cattedrale si trova anche la famosa Magna Charta. Quella nell’immagine qui sotto è però una copia perché l’originale giustamente non è fotografabile (questo rende l’ammirazione della reliquia molto più emozionante).

IMG_20151002_152033

IMG_20151003_154533

IMG_20151002_163000

Intorno alla Cattedrale si trova la zona residenziale della città, che si chiama infatti The Close, ossia “le vicinanze” (2), con diversi luoghi di interesse come i musei e delle magnifiche dimore in perfetto stile inglese:

IMG_20151003_214239

IMG_20150930_141644

IMG_20151010_133614

IMG_20151010_134336

IMG_20151009_151100

Benché queste abitazioni siano tutte dei fantastici soggetti fotografici, la più famosa è Arundells, (ex) residenza del primo ministro Sir Edward Heat, che conserva importanti collezioni d’arte e di antiquariato oltre che gli sfarzosi arredi risalenti agli anni ’60. Non ho avuto modo di visitarla ma anche lei meritava una foto dall’esterno:

IMG_20151011_025227

Allontanandosi dalla Cattedrale lungo High Street si attraversa North Gate, la più iconica delle quattro porte fortificate della città, fatta costruire da Edoardo III tra il il 1327 ed il 1342 con le pietre trasportate da Old Sarum:

IMG_20151009_150355

IMG_20151011_025514

Salisbury è facilmente percorribile a piedi in mezza giornata. Il tragitto più suggestivo è sicuramente quello che da North Gate procede lungo High Street, gira a destra, passa davanti a Poultry Cross (4) – l’unica rimanente tra le quattro antiche strutture del mercato cittadino, risalente al XV secolo – e da lì procede lungo le affollate vie pedonali, Butcher Row e Fish Row:

bhuj

IMG_20151004_152737

Tappa sicuramente imperdibile Guidhall Square (5), detta anche Market Square o Market Place (avrà anche altri nomi?) dove tra qualche mese avrà luogo l’affollato mercatino di Natale, che si ispira ai tradizionali mercati natalizi europei. Durante tutto l’anno la piazza offre comunque un notevole colpo d’occhio:

piazza

Infine, una delle curiosità della città è la presenza di edifici infestati dai fantasmi. Questa nel Regno Unito non è una grande curiosità, perché a quanto pare tutte le città inglesi sono infestate dai fantasmi. Per diventare un fantasma ed infestare un edificio vi ricordo le regole principali: bisogna essere morti in quell’edificio o nello spazio preesistente all’edificio stesso, e bisogna essere morti di morte violenta o prematura. Il fantasma più famoso di Salisbury è infatti quello di Henry Stafford, secondo duca di Buckingham, già coinvolto nel mistero della scomparsa (e forse dell’omicidio) dei due principini figli di Edoardo V e decapitato pubblicamente proprio di fronte a Guidhall Square durante la rivolta del 1483. Il fantasma del duca ora infesta i magazzini Debenhams, e ovviamente è senza testa. Mentre esploravo la zona, mi ha colpito molto un altro edificio, un caffé chiamato Nuggs 1268 (6), che infatti ho voluto fotografare. Dopo approfondite ricerche, ho scoperto che anch’esso è infestato da un fantasma, quello di Matilda, una ragazzina adolescente di cui si sa solo che era amante della moda e che è morta di poliomelite:

IMG_20151006_205126

Conclusioni? Beh, io ero molto provata perché la notte precedente l’avevo trascorsa senza chiudere occhio in aereoporto/corriera. Avevo anche prenotato un ostello nel quale non ho potuto dormire ma dove ho almeno lasciato i bagagli durante la giornata; arrivandoci ho scoperto che anche in una cittadina medioevale è possibile trovare degli strabilianti graffiti come quelli del Milford Street Jubilee Murals (7). Durante la mezza giornata trascorsa a Salisbury comunque sono quasi riuscita a dimenticare la stanchezza, e cosa quasi incredibile a dirsi, per alcuni momenti sono riuscita anche a dimenticare che da lì a poco, in una di quelle strade, avrei preso il bus che portava a Stonehenge…

sal

ver2
Qui sotto una mappa con le principali tappe del mio breve tour, qui la potete trovare in versione interattiva!

salisburymap

Annunci

28 comments

    • Ti ringrazio! Ora che le foto non si stampano più è un peccato tenerle nascoste ed inutilizzate nella memoria del computer. Per questo ho deciso di fare un po’ più spesso dei post di viaggio, in modo da condividerle e da dare loro un senso! Tra l’altro cercando informazioni per questi articoli imparo sempre qualcosa di nuovo anch’io 🙂

      Liked by 2 people

        • Sai, a volte, ne parlavo in questi giorni con un’altra ragazza che ha un bellissimo blog di viaggi dedicato soprattutto all’Italia ed ai posti a lei cari, questo tipo di post “turistici” ultimamente rischiano di essere un po’ vuoti ed autocelebrativi, del tipo “Ehi, sono stato alle Maldive, invidiatemi!” Per me che viaggio con non poche difficoltà, soprattutto per crearmi un po’ di contatti con le università straniere, condividere questi momenti significa invece riguardarmi indietro e pensare “dai, ne è valsa la pena!” Quindi sono io che devo ringraziarti perché ogni commento mi fa venire in mente quel sorriso che ha la mia migliore amica quando, ogni volta, davanti ad un caffé, le descrivo le varie foto con tutto l’entusiamo che ho in corpo, e per qualche momento ed in un certo qual modo, mi sento come se anche lei fosse venuta in viaggio con me 🙂

          Liked by 1 persona

    • Ti ringrazio molto, il giudizio di chi ci è già stato ha il suo peso! Innanzitutto è un piacere averti tra gli ospiti di questo blog, ora mi sfoglio volentieri il tuo 🙂
      In secondo luogo, sai cosa…? Io delle guide turistiche mi fido fino ad un certo punto… mi sono resa conto che spesso anche i consigli di viaggio sono molto “stereotipati”… ad esempio nessuno parla mai dei fantasmi, e, voglio dire, sono una cosa importantissima! 😉 Scherzi a parte, solo leggendo molto, parlando con le persone e camminando come maratoneti si scoprono i veri tesori segreti di certi luoghi… penso alla street art di Brighton, di cui le guide non parlano, al West Park di Monaco, ignorato dai più, o all’Almoina di Valencia, relegata sulle guide in una noticina a fondo pagina mentre è il punto di partenza per capire tutta la storia della città… (etc. etc.)

      Liked by 1 persona

      • Mi trovi completamente d’accordo sulle guide turistiche, in alcuni così sembra che gli autori non siano neppure mai stati nei luoghi di cui parlano, ed in generale sono molto commerciali. Ormai le consulto solo per farmi una prima idea di un posto, ma poi anche io mi muovo diversamente! Complimenti per il tuo spirito di iniziativa e per la tua curiosità… Mi hai dato nuovi spunti in queste righe! Quanto al mio blog ho intenzione di dedicargli da ora in poi tutto il tempo che merita! E sono già entusiasta delle cose che sto scoprendo giorno dopo giorno, spero che continuerai a seguirmi con interesse!

        Mi piace

        • Gli spunti vengono spesso dai commenti, questo succede anche a me! A volte nascono delle discussioni talmente lunghe che basterebbero per fare altri 10 post 🙂
          Condivido il tuo entusiamo e ricambio la tua speranza… restiamo in contatto! A presto!

          Liked by 1 persona

  1. Davvero una bella cittadina Salisbury! Sono anni che voglio andarci e non riesco mai ad organizzarmi – il che è imperdonabile visto che lavoro al museo che possiede una delle versioni (la più bella secondo me) della Salisbury Cathedral dipinta da Constable! Ma ora dopo aver visto le tue foto non posso più aspettare! Grazie del suggerimento! 🙂

    Liked by 1 persona

    • Perché non provi sotto Natale, ho letto di questo mercatino che potrebbe essere una scusa in più per andarci 😉 Anch’io comunque quando ripasso dalle tue parti mi riprometto di farti visita!
      ps. Ho presente il quadro di Constable, ma in effetti non ricordavo ci fossero diverse versioni! Grazie a te per questa ulteriore suggestione ^_^

      Liked by 1 persona

Lascia un segno del tuo passaggio!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...